speranza sport4life

Negli ultimi tempi mi sto rendendo conto di quanto la speranza sia spesso una risorsa che possa venire meno quando si parla di Lavoro. Viene meno alla persona che sta cercando di ricollocarsi, alla persona che un lavoro ce l'ha ma sta cercando una nuova opportunità, a chi ha un contratto a tempo indeterminato o ad un libero professionista, viene meno soprattutto quando nonostante l'anelito, la motivazione al cambiamento e alle azioni compiute che

comportano fatica per realizzare il cambiamento...il cambiamento non lo vediamo realizzato...e ci scontriamo con il principio di realtà e qui viene meno la speranza che è risorsa necessaria però alla realizzazione dei nostri obiettivi, qui gli insuccessi pesano e non vediamo altro.

Per esperienza professionale ( nei corsi rivolti a persone che cercano di ricollocarsi) e per esperienza personale (nella gestione dei vuoti dell'agenda che comunque una libera professionista deve affrontare e che appartengono alla libera professione) la speranza diventa una potenzialità in sofferenza che va quindi allenata e potenziata per non perdere di vista gli obiettivi.

La Speranza è "la capacità di prefigurare il futuro cambiando il presente attraverso l'individuazione dei propri desideri, la loro eleborazione e collocazione nella realtà, la trasformazione in obiettivi, e la messa in pratica di strategie di azione per raggiungerli". La Speranza prefigura un futuro (di un nuovo lavoro, di un nuovo cliente, di una migliore proposta lavorativa) e lo fa prendendo in considerazione il principio di realtà, la speranza è fiduciosa del futuro nonostante alcuni insuccessi.

Per la psicologia positiva le persone che hanno allenata la speranza e l'ottimismo riescono a raggiungere risultati positivi rispetto alle persone pessimiste. Come possiamo allenare, coltivare la speranza nonostante gli ostacoli che possiamo trovare nel nostro percorso? Alcuni workout che a me sono serviti:

a) focalizzandoci su micro obiettivi e non macro obiettivi: come fai a mangiarti un elefante? dice un detto, un pezzettino alla volta!

b) focalizzandoci sugli obiettivi che siamo riusciti a raggiungere nell'ultimo mese (anche il più banale ci servirà  a farci tornare fiducia nelle nostre capacità e nella nostra autoefficacia)

c) quali alleati posso avere vicino per raggiungere gli obiettivi individuati?

Un seme posto sul terreno va comunque curato, innaffiato, bisogna prendersene cura...coltiviamo cosi ogni tanto la nostra speranza! Buon Allenamento!

Chiara Piccioli esperta in Formazione comportamentale/ Life, Sport & Corporate Coach/ Consulente Hr/Career Coaching/Politiche attive del lavoro.

I nostri partners

peregolibri barzano

Il progetto Sport4Life ha come partner logistico, organizzativo e co-costruttore dei progetti extra sportivi Perego Libri. 

logogymart

Il progetto Sport4Life in ambito della ginnastica artistica è sviluppato dal 2016 in collaborazione con la ASD GymArt 2014 di Pavia e i suoi allenatori.

centro tennis roseda

Il progetto Sport4Life in ambito tennistico è stato sviluppato dal 2014 al 2017 in collaborazione con il Maestro Federale Stefano Moroni presso il CT Roseda di Merate (LC).

garda danze logo2

Il progetto Sport4Life in ambito della danza sportiva è sviluppato dal 2013 in collaborazione con GardaDanze di Castelnuovo del Garda (VR) e il direttore tecnico Nicola Lonardi 

QUICKCOMbz

Il progetto Sport4Life ha come sponsor imprenditori così. "Grazie Paolo e Stefano per tutto quello che fate. Se per voi va bene pensavo di sponsorizzare il progetto, lo faccio proprio volentieri. Credo nel progetto a prescindere da tutto." Cristian Cantisani

Waibi

 Per l'area della comunicazione e in particolare dello sviluppo del sito Sport4Life si appoggia a un partner prezioso, un'impresa di nuova generazione con grandi competenze nell'area del web e social.

 hotel regina logo

"Vi ringrazio per quello che fate nel mondo dello sport, ma in particolar modo per l'aiuto che date ai giovani a 360 gradi. E' bello constatare che ci sono persone che credono nei benefici dello sport a tutti i livelli" Claudia Cantisani.